Abbiamo 62 visitatori e nessun utente online

Words of Radiance - Ecco il titolo del secondo volume delle Cronache della Folgoluce

Scritto da sandramilo on . Postato in Novità e Articoli

Davvero non lo avrei mai detto. Credevo che Bradon Sanderson stesse ancora scrivendo il secondo libro della sua nuova saga "Le Cronache della Folgoluce". Forse lo sta ancora finendo, tuttavia è già arrivato il titolo del prossimo volume, il successivo di "La Via dei Re".

Il titolo sarebbe "Words of Radiance" letteralmente "Parole di Splendore", nonostante ancora non sappiamo il titolo italiano visto che il libro deve ancora uscire in Inglese.

Qui abbiamo la traduzione (come sempre approssimativa) di una dichiarazione di Sanderson riguardo alla scelta del titolo:

"Uno dei miei obiettivi per Le Cronache della Folgoluce, che sul quale potete avermi sentito discutere, è quello di concentrare su ogni libro un carattere specifico attraverso una serie di flashback. In una grande serie come questa, può essere difficile dare ad ogni volume una propria identità. Dedicando una sequenza di flashback in ogni libro di un carattere specifico, posso meglio separare i volumi nella mia mente, e quindi renderli più distintivi per i lettori.

La Via dei Re è stato il libro di Kaladin. Egli avrà molto da fare nel Libro secondo, ovviamente, e ci si può aspettare qualche grande sequenza all'interno del suo punto di vista. Tuttavia, le sequenze di flashback nel secondo libro appartengono a Shallan. Nei miei appunti per la serie, avevo programmato di dare un titolo al libro di Shallan dopo il tomo che viene dato alla fine del primo romanzo: Il libro delle infinite pagine. Su Roshar, che è un libro di conoscenza che non potrà mai essere completato, perché le persone devono sempre imparare, studiare, e aggiungervi quello che hanno imparato.

 Io non penso sempre i titoli dei libri con il marketing in mente, e un titolo non è impostato fino a quando il libro è finito. In questo caso, quando citai il titolo prospettico al mio editore, lui sorrise e disse: "Oh, sei sicuro che vuoi nominare un libro fantasy molto lungo e molto spesso Il libro di infinite pagine?"

[?][I hadn’t seen it, but as soon as Moshe mentioned it, I found myself chuckling.] Non è una buona reazione ad un titolo di un libro. Ora, se fossi stato ancora innamorato del titolo, lo avrei mantenuto comunque - e lasciato che i recensori avessero il loro divertimento. Tuttavia, più pensavo il titolo, meno mi piaceva. Non riusciva a catturare quello che il libro trattava.

E così, la ricerca di un nuovo titolo è cominciata. Denominare libri può essere davvero, davvero difficile. Alcuni li fanno saltare subito fuori, ma trovarne altri può essere produttivo come battere la testa contro un muro. Quanto più si lavora su un libro, tanto più esso assume un'identità distintiva per te - e più è difficile dargli un nome, dal momento che si dispone di un "sentire" per il libro nella tua testa e il bisogno di un nome che si adatti veramente all'opera.

Moshe ha suggerito LightWeaver [Tessitore di luce] come titolo. Era teUn sacco di persone hanno pesato con i loro sentimenti nella seconda Cronaca della Folgoluce. Per un po', ho giocato con i titoli che avevano ancora "libro" in loro, come mi piaceva il modo che si adattano con la natura scientifica di Shallan. The Book of Lies [Il libro delle bugie] è stato uno di questi, come è stato The Book of Dusk e Dawn [Il libro dell'alba e del crepuscolo].

maticamente importante e quindi appropriata. Tuttavia, essendo appena stato coinvolto in un libro intitolato A Memory of Light, volevo evitare di avere "luce" in questo titolo.

Negli ultimi mesi, il titolo che mi è stato realmente attaccato è Words of Radiance [Parole di Splendore]. Con "parole", ha ancora un leggero legame al mio desiderio originale di avere "libro" nel titolo, e credo che sia molto significativo per le persone che hanno letto il primo romanzo. Funziona molto bene anche per ragioni che non posso dirvi ora senza rovinare la storia."

Davvero interessante. Io sto leggendo proprio ora "La via dei Re", e non vedo l'ora di finirlo e di prendere in mano il secondo volume (quando uscirà finalmente in italiano).