Abbiamo 485 visitatori e nessun utente online

"I Figli di Hurin": Trama

Scritto da Super User on . Postato in Il Mondo di Tolkien

Da qualche tempo è stato pubblicato in Italia il libro di J.R.R. Tolkien, I Figli di Hurin. Come
anticipa il titolo, il libro parla appunto della storia di Turin e Nienor, i figli di Hurin e Morwen.

Questa storia è già raccontata brevemente ne "Il Silmarillion", nel quale però vengono tralasciati molti particolari. Nel Silmarillion è infatti dedicato a questa storia solo un capitolo, a confronto delle più di duecento pagine del libro. La storia è, come molti racconti di Tolkien, ricca di collegamenti con ciò che accade nel resto della Terra di Mezzo, e ne viene influenzata e a stesso tempo la influenza.

TRAMA

Turin nasce nel Dor-Lomin, ma si deve separare da sua madre per fuggire al sicuro nel regno del Doriath, sotto il potere di Re Thingol, che lo prende sottocustodia.

Intanto nel Dor-Lomin nasce Nienor, sorella di Turin.

Turin viene però costretto ad assalire un consigliere del Re, che muore cadendo da una rupe. Turin, credendo che il Re non gli concedesse la libertà, scappa e si unisce ad un gruppo di fuorilegge. Il Re però gli concede la libertà. Beleg, amico di Turin, esce dal Doriath per cercarlo. Turin intanto, con la sua banda di fuorilegge, va a vivere nella dimora sìdi Mim il Nano. Qui dimora fino a quando non viene trovato da Beleg, che però non riesce a convincerlo a tornare nel Doriath.

Un giorno Turin viene catturato da una banda di orchi. Beleg lo libera, ma Turin, credendolo un orco, lo trafigge con la sua spada, uccidendolo. Pieno di dolore trova Gwindor, signore del Nargothrond, dove viene condotto e diventa un potente 

uomo. Ma a causa di Turin, che costruisce un ponte per traversare meglio il Narog, il Nargothrond cade sotto l'attacco di Glaurung il Drago. Turin, sotto un incantesimo del drago, torna nel dor-lomin alla ricerca della sua famiglia, ma essa è nel doriath alla sua ricerca.

Quindi Turin si unisce ad un villaggio nel Brethil. Intanto Nienor e Morwen lo vanno a cercare al Nargothrond,
ma vengono attaccate dal drago, e Morwen scompare e Nienor perde la memoria. Nienor viene poi trovata e portata nel villaggio di Turin, del quale si innamora e col quale si sposa. Ma il drago torna a minacciare il villaggio e Turin decide di affrontarlo. Riesce quindi e trafiggere il ventre del mostro, ma sviene. Nienor, trovatolo come morto, si getta per raggiungerlo nelle acque del fiume vicino, morendo. Svegliandosi e capendo che Nienor era morta, Turin pianta la spada e vi si lascia morire sopra. Così muore Turin.

Successivamente Hurin, padre di Turin, riesce a fuggire da Morgoth che lo aveva rinchiuso e raggiunge il luogo della morte dei suoi figli. Qui trova Morwen, che muore nelle sue braccia.