Abbiamo 513 visitatori e nessun utente online

Articoli Correlati

Philip K. Dick - La svastica sul sole

Scritto da Paolo Casarini on . Postato in Romanzi

Era il 1963 quando fu scelto come il premio di Miglior Romanzo del presitgioso Premio Hugo venne assegnato a The Man in the high castle di Philip K. Dick, libro che noi siamo abituati a conoscere con il titolo di "La svastica sul sole".

L'abilità di Dick nella scrittura ci porta nuovamente in un mondo fantascientifico, nel quale l'Asse ha vinto la seconda guerra mondiale, sconfiggendo gli alleati. Il mondo, in questo scenario ucronico, è principalmente diviso tra tedeschi e giapponesi, in forte contrasto riguardo ai governi: da una parte l'imperialismo del Giappone, dall'altra il regime fascista della Germania.
La svolta principale che ha portato a questa situazione è stato l'assassinio di Roosevelt a Miami, che ha fatto in modo che il presidente non salisse al potere.

All'interno del territorio giapponese degli Stati Uniti, Robert Childan è il proprietario di un negozio di oggetti storici americani, per i quali i giapponesi sembrano stravedere; Tagomi è un funzionario giapponese; Frank Frink (che ha cambiato il nome da Fink per evitare di essere riconosciuto dai nazisti per la sua origine) è un ebreo che lavora come orefice; sua moglie, Juliana, decide di andare via insieme a un camionista italiano di nome Joe Cinnadella; Baynes è un imprenditore svedese che nasconde un terribile segreto.

Con una trama a intreccio tipica dei suoi scritti, Dick unisce le storie di questi personaggi, muovendoli in uno sfondo alternativo ma credibile, che mostra ciò che sarebbe potuto succedere. 
I due principali elementi che uniscono i vari protagonisti sono due libri: La cavalletta non si alzerà più di Hawthorne Abdensen e l'I Ching, un testo classico cinese.

La cavalletta non si alzerà più (The Grasshopper Lies Heavy), un libro nel libro, è proibito in tutti i territori del Reich. All'interno, l'autore ha scritto una storia alternativa, nella quale sono gli Alleati ad aver vinto la guerra e il mondo rimane diviso tra americani e inglesi. Nonostante l'illegalità della sua lettura, o forse proprio a causa di essa, il libro è uno dei maggiormente diffusi del momento, e Abdensen, l'autore, è quasi una leggenda, della quale si dice che viva in un castello ben difeso.
L'I Ching, un libro realmente esistente, viene usato per la divinazione, attraverso l'uso di steli e il lancio di monete. Esso da dei responsi generici, che sembrano adattarsi perfettamente a chi sa usare in modo corretto il volume.

All'inizio "La svastica sul sole" può sembrare un libro normale, senza nessun inserimento particolarmente interessante, ma è verso la fine che questa caratteristica risalta maggiormente. I riferimenti alla storia e ai libri citati sono misteriosi e intriganti, e i personaggi viaggiano in riflessioni che spaziano dal vero significato dell'antiquariato al vero significato di una spilla fatta a mano.
Un libro particolare, molto intrigante, che si conclude con un finale quasi aperto, che lascia spazio a interpretazioni.