Abbiamo 7 visitatori e nessun utente online

Le meraviglie del possibile - Antologia della fantascienza

Scritto da Paolo Casarini on . Postato in Racconti

"Le meraviglie del possibile" compare per la prima volta sugli scaffali delle librerie nel 1959 grazie a Sergio Solmi e Carlo Fruttero che per conto di Einaudi costruiscono una raccolta di racconti di fantascienza per confezionare un volume unico. Non a caso questo volume registrò un incredibile successo. Nel 1973, l'edizione è stata aggiornata e modificata, ed è quest'ultima che oggi si può reperire in librerie e della quale io parlerò. Al suo interno, le storie espongono nomi come Philip Dick, Isaac Asimov, Ray Bradbury e Fredric Brown, alcuni tra i più grandi autori di fantascienza del '900. I racconti variano nella lunghezza da racconti di un paio di pagine (come il celebre "Sentinella" di F. Brown) a narrazioni più sviluppate di decine di pagine.
All'interno del volume, è difficile trovare un racconto particolarmente insoddisfacente, confuso o mal costruito; la gran parte di essi sono veri e propri capolavori, e, nonostante questo non si possa attribuire a tutte le storie, il volume rimane comunque un ottima lettura per gli amanti del genere.

I Racconti

- Il paese dei ciechi - H.G. Wells
Wells è un nome imponente nel mondo della fantascienza. Autore de "La guerra dei mondi" è stato uno dei primi a gettare le fondamenta della fantascienza che conosciamo oggi. Ne "Il paese dei ciechi" un uomo giunge in una misteriosa valle tra le Ande, dove, a causa di un morbo antico, tutta la popolazione è cieca. Sfortunatamente, nessuno sa di esserlo.

- Pioggia senza fine - Ray Bradbury
L'autore di Farenheit 451 e Cronache Marziane ci porta su una Venere crudele e terribile, dove una pioggia che sembra infinita tortura e rende folli i componenti della spedizione sul pianeta.

- Villaggio incantato - A.E. Van Vogt
Un uomo, esplorando il pianeta rosso, viene a contatto con uno strano villaggio, appartenuto, probabilmente, a una razza aliena. Il racconto si basa sulla descrizione del villaggio da parte dell'uomo, fino a concludersi con un finale impensato.

- Sentinella - Fredric Brown
Questo celebre racconto è talmente breve che ogni tentativo di descrizione lo rovinerebbe. Tutto ciò che consiglio è di andare a leggerselo.

- Prott - Margaret Saint Clair
I prott, in questo racconto di medie dimensioni, sono una strana razza aliena con cui il protagonista sta cercando di venire a contatto. La strana trama lo vedrà alle prese con un tipo di civiltà che non aveva previsto.

- Miraggio - Clifford Simak
Miraggio è un racconto interessante, misterioso e affascinante, basato sull'incontro tra l'uomo e alcuni marziani che gli promettono di mostrargli alcune rovine in cambio della consegna del Settimo, il marziano che gli consentirebbe di riprodursi.

- Un uomo esemplare - Fredric Brown
Divertente racconto breve in cui (e non dirò altro) un uomo viene catturato da un astronave aliena.

- Servocittà - Walter M. Miller Jr.
Servocittà è uno dei racconti più belli, a mio parere, raccolti in questa antologia. In mondo futuro, quasi post-apocalittico, le macchine che controllavano una città continuano a funzionare nonostante non ci siano più abitanti. Per i superstiti, vivere diventa faticoso, e parte di essi decidono di attaccare i computer centrali.
Alla fine del racconto, lasciato aperto, non mi sono potuto che chiedere il motivo per cui Miller non abbia continuato a scriverlo.

- Nove volte sette - Isaac Asimov
Breve racconto sull'idea che nel futuro le calcolatrici saranno così inserite nella società che un comune uomo in grado di fare semplici conti a mano sembrerà un genio.

- La scoperta di Morniel Mathaway - William Tenn
Racconto sui viaggi nel tempo dove un pittore ritenuto scarso viene raggiunto da un futuro appassionato d'arte, che lo informa che nei secoli successivi verrà considerato il maggiore artista della sua epoca. Eppure, anche lo storico crede che nel presente egli sia privo di talento.

- La casa nuova - Robert Heinlein
E' possibile costruire una casa a più dimensioni? Sì, per l'architetto che Heinlein pone come protagonista di questo strano racconto. Una volta finita, sarà solo questione di mostrarla ai futuri abitanti.

- La settima vittima - Robert Sheckley
Nel futuro, la violenza umana verrà repressa grazie a un sistema di omicidi permessi a chi ne faccia richiesta. A chiunque voglia uccidere, verrà consegnato il profilo della vittima, la quale prima di diventare tale, era stata anch'essa un assassino. Il sistema è completamente volontario e può essere annullato dopo aver adempito ai compiti da Vittima. Il protagonista viene informato della sua prossima preda: una donna.

- L'esame - Richard Matheson
In questo racconto torna l'idea di un'"età limite", oltre la quale a un uomo non è più concesso vivere. Ne "L'esame", dopo una certa età ogni anziano è tenuto a dare un test, che deciderà le sorti della sua vita.

- Il veldt -  Ray Bradbury
Racconto cupo e inquietante dove un paio di bambini prendono possesso di una sorta di 'nursery vivente', il veldt, e lo usano per i loro scopi.

- Fiori per Algernon - Daniel Keyes
A un ritardato mentale, incapace anche di scrivere correttamente, viene proposta una terapia per la quale potrà accrescere la sua intelligenza. L'autore, in questo racconto, riporta le pagine di diario di quest'uomo, che ci mostrano lo sviluppo delle sue capacità mentali. Nella prima parte quasi illeggibile a causa della poca alfabetizzazione del ritardato, nella parte finale risulta commovente.

- I nove miliardi di nomi di Dio - Arthur C. Clarke
Racconto breve in cui, in un monastero in oriente, costruiscono un computer in grado di scrivere tutti i possibili nomi di Dio.